lunedì 21 maggio 2012

ATTIVITA' SISMICA DEL 20 MAGGIO 2012

Il nostro blog-news si è spesso occupato di argomenti inerenti agli aspetti meno ricordati o conosciuti dell'attività sismica, le possibili correlazioni con altre tipologie di eventi e gli aspetti più controversi legati alle metodologie di ricerche, ivi comprese le varie proposte legate alla possibile, o meno, previsionalià dell'evento sismico.
Anche in questa occasione riteniamo di dover renderci disponibili a qualche genere di contributo  se non direttamente alla ricerca, almeno a livello di documentazione e di raccolta di dati, invitando i nostri visitatori ad inviare notizie e informazioni sempre accurate sui soggetti di cui ci occupiamo, nell'apposita sezione dedicata ai commenti a questo post. 
Chi per ragioni personali preferisce un contato diretto può inviare una e-mail 

riportare sempre data ed orari, località e condizione durante l'evento (all'aperto, in casa, in auto)

1) BRONTIDI e SUONI del TERREMOTO. Percezione di rumori e suoni prima, durante e dopo scosse sismiche.

2) EQL (luci sismiche). Eventi luminosi prima, durante e dopo scosse sismiche. Dettagliare se trattasi di fenomeno transitorio o meno e se accompagnato da rumore o suono.

3) Comportamenti ritenuti anomali di animali o cose (ivi comprese anomalie elettromagnetiche [radio-televisione-telefoni, ecc]; anomala presenza di polle d'acqua o rialzo delle faglie freatiche; liquefazione terreno, ecc.)

Grazie per la collaborazione
R.C. 


15 commenti:

Renzo Cabassi ha detto...

una nota su boati ed altri suoni durante eventi sismici:
"Durante un sisma si possono udire dei “boati” che possono avere nature diverse. Un primo può essere originato nei centri abitati, dalle infrastrutture (palazzi etc) che sotto le sollecitazioni sismiche scricchiolano e emettono rumori generati da materiali, sottoposti a pressioni o distorsioni, nonché da infissi, serrande, avvolgibili che sollecitati emettono un forte frastuono. Ma credo che la sua domanda sia da riferire al boato che si avverte generalmente dopo pochissimi istanti dalle vibrazioni sismiche.
Questo boato è generato dall'energia sismica che da materiale solido (crosta terrestre) raggiunge a forte velocità un altro materiale di propagazione che è l'atmosfera, parte di questa energia nel passaggio di materiale si trasforma in onda acustica.
Sostanzialmente si crea un effetto diapason dove le vibrazioni meccaniche entrano in risonanza con altro materiale e generano onde sonore. (attenzione il nostro udito ascolta solo una parte di queste frequenze). Quando si è più lontani dall'epicentro si può avvertire i due fenomeni in tempi diversi (pochi decimi) di secondo, in quanto le onde sismiche che raggiungono la superficie viaggiano a velocità comprese dai 5 ai 9 km al secondo, mentre le onde sonore che si propagano anche nell'aria viaggiano alla velocità del suo no dai 350 — 400 metri al secondo. Da quello che si è potuto verificare il boato generalmente è, più forte in prossimità dell'epicentro dove l'energia che raggiunge la superficie è maggiore. Si possono verificare anche boati generati da sottosuoli carsici soggetti a crolli sismici."

Dall'intervista di Paolo Frediani Responsabile dell' Osservatorio Sismico Apuano — Rete I.E.S.N, rilasciata a Laura Plozner
http://www.osservatorioapuano.org

Renzo Cabassi ha detto...

Per un approfondimento delle tematiche contenute nel post, un articolo di Massimo Silvestri contenente una sintesi analitica delle ricerche di Motoji Ikeya contenute nel volume "Earthquakes and Animals. From Folk Legends to Science" sugli aspetti dei vari eventi che a volte accompagnano l'attività sismica.

http://www.itacomm.net/ph/2008_Silvestri.pdf

Renzo Cabassi ha detto...

puntando sll'indirizzo WEB
http://www.ingv.it/primo-piano/comunicazione/2012/05200508/
e possibile accedere ad un aggiornamento dell'INGV di ieri sera alle 19.30

gdl ha detto...

Carissimo Renzo ci conosciamo dal gruppo precursori che aveva aperto Renato Romero..
Di seguito ti lascio il link al mio blog dove ho segnalato il comportamento degli animali nella notte del 20 maggio.
Colgo anche l'occasione per avvisarti che ho trovato il supporto di un radioamatore per partire e pensare ad un monitoraggio di possibili precursori sismici nelle bande radio.
Quando avrò novità ti aggiornerò (dovrei avere ancora la tua mail..
A presto
giorgio

Renzo Cabassi ha detto...

Grazie... ma non ho trovato il link al tuo blog
mi puoi sempre iviare e-mail anche all'indirizzo pubblicatosul post
Sempère lieto di avere tue notizie.
ciao

gdl ha detto...

Accidenti scusa.. ecco il link al post specifico..
http://ricercasperimentale.blogspot.it/2012/05/studi-terremoto-emilia.html

Renzo Cabassi ha detto...

nella panoramica per forza di cose sempre parziale dell'attivita' sismica in evidenza dal 20 maggio, non potevo tralasciare questa intervista
http://www.meteoweb.eu/2012/05/terremoti-intervista-ad-alessandro-martelli-enea-lo-diciamo-da-tempo-lestremo-sud-e-ad-alto-rischio/134965/
(copiare ed incollare con cura l'URL)
Vuoi per completezza e vuoi per la personalità di chi l'ha rilasciata.
L'argomento "previsione terremoti" è sicuramente tra quelli che ci interessano, evidentemente. Sarà gradita la costruttiva discussione...

gdl ha detto...

Caro Renzo, il tuo post mi ha messo in testa un'idea. Ci ragiono un pochino su ma il cervello sta macinando. Vorrei confrontarmi con te. A breve ti mando una mail e mi dici che cosa ne pensi.
A presto allora...

gdl ha detto...

Direi che questa intervista è molto molto interessante ed è una visione più aperta , ma allo stesso tempo con i piedi a terra, sul tema delle previsioni sismiche.

Renzo Cabassi ha detto...

puntando
http://www.ingv.it/primo-piano/comunicazione/2012/05200508/
e' possibile scaricare il file PDF Aggiornamento 24/5 ore 14 che e' una buona sintesi dei primi giorni di attivita' dell'evento in oggetto fino ad oggi
cordiali saluti

gdl ha detto...

Caro Renzo volevo girarti due segnalazioni avvenute prima della scossa principale in due diverse località (Camposampiero PD e Massanzago PD) dove sono stati osservati comportamenti anomali degli animali che continuavano ad avere uno stato di agitazione al di sopra della norma fino a pochi istanti prima della scossa quando tutti insieme si sono fermati. Pochi minuti dopo gli animali hanno ripreso ad agitarsi fino a pochi istanti prima della seconda scossa (quella delle 5 del mattino).

Renzo Cabassi ha detto...

LIQUEFAZIONE TERRENO
per meglio chiarire gli effetti della liquefazione del terreno per attivita' sismica, un esperimento dimostrativo in:
http://www.youtube.com/watch?v=JrAaHmOErrQ

gdl ha detto...

Ciao Renzo volevo solo sapere se hai ricevuto la mail...

Renzo Cabassi ha detto...

puntando
http://www.zazoom.it/blog_rsc/post.asp?t=Pianura-Padana---Le-faglie-deviano-il-corso-dei-fiumi-Fiumi&id=9547
(incollare attentamente l'URL...)
una lunga intervista a Gianluca Valensise, dirigente di ricerca INGV, dal titolo "Pianura Padana - Le faglie deviano il corso dei fiumi" per una maggiore raccolta di informazioni sulle possibili cause e/o concause di questo sisma particolarmente ricco di eventi, sia di vere scosse che di effetti collaterali (liquefazione del terreno, boati, inalzamento e abbassamento delle falde freatiche, ecc.). l'USGS (USA) definisce la M del sisma del 20 maggio 2012 6.0
http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/dyfi/events/us/b0009tk0/us/index.html

Renzo Cabassi ha detto...

"RUMORE TERREMOTO"

http://www.youreporter.it/video_ricostruzione_rumore_scossa

la presentazione di "iniconews" riporta: "questo suono è stato amplificato da una vibrazione su un muro a mirandola la settimana scorsa ma è uguale a questa di stasera..." ed e' del 29 maggio da Mirandola (MO)
da approfondire...